"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

mercoledì 14 settembre 2011

Avasinis rilancia: una Pro Loco unica per l'intera vallata

Se n'era parlato anche sul Blog, qualche settimana indietro: lo sforzo delle Pro Loco per costruire qualcosa di utile per il paese di riferimento e il faticoso processo  per  mantenere le specificità di paese arrivando, nel contempo a collaborare reciprocamente. Ora dalla Pro Loco di Avasinis viene rilanciata la proposta di dare vita a una Pro Loco unica per l'intera Valle del Lago. E' una ipotesi interessante, ma forse non priva di difficoltà. La discussione è aperta e il Blog, come sempre, ospiterà volentieri i contributi che potranno arrivare al proposito.


Pro Loco unica in vista per la Val del lago

TRASAGHIS Reduce dal successo della festa del lampone e del mirtillo, frutto tra l’altro della collaborazione con la casa delle farfalle di Bordano e con le strutture operative sul lago dei Tre Comuni, il presidente della Pro loco “Amici di Avasinis”, Giovanni Rodaro, rilancia la proposta di creare un sodalizio unico per la Val del Lago. «Un’unica Pro loco dinamica – dice - capace di valorizzare le risorse ancora non sfruttate del territorio e creare una sinergia tra Comuni ed enti sempre più necessaria in questi tempi d’incertezza». L’incertezza cui si riferisce il presidente Rodaro è la stessa che ha di recente messo in crisi la Pro Venzone, dubbiosa fino all’ultimo, per motivi finanziari, sulla possibilità di organizzare la festa della zucca, e prima ancora di diverse associazioni di Buja, arrivate addirittura a cancellare le rispettive manifestazioni in segno di protesta per gli iter autorizzativi ritenuti troppo rigidi. La creazione di un maxi-sodalizio potrebbe risolvere questi e altri problemi e al contempo offrire maggiore impulso nell’organizzazione di eventi. «La Val del Lago – continua Rodaro - ha peculiarità, caratteristiche uniche e gente orgogliosa, che sa fare bene sola, ma è anche aperta ai consigli e alla collaborazione di tutti come dimostrano i tanti volontari di fuori che lavorano alla nostra festa. Il turismo e l’economia della valle possono ripartire da noi», conclude l’attivissimo presidente della Pro che dà appuntamento a giovedì sera, in piazza XX settembre a Udine, per Friuli doc dove prodotti e piatti di Avasins sono pronti a conquistare nuovi ammiratori. (m.d.c.)

5 commenti:

  1. Si era già parlato di questo argomento in occasione della festa organizzata sul lago lo scorso mese di maggio.
    Ci sono comunque vari aspetti che necessitano di una messa a punto. Chissà, vedremo..

    RispondiElimina
  2. Come dice Igor l'idea non è nuovissima ma non penso realizzabile in tempi brevi.

    Bisogna fare un passo per volta, innanzitutto con la collaborazione più frequente tra le varie associazioni (vedi precedente blog sull'argomento pro loco alesso-avasinis)

    Loris

    RispondiElimina
  3. Nella val del lago, con i comuni di Trasaghis, Bordano e Cavazzo si potrebbe pensare ad un unico organismo che sappia organizzare i vari festeggiamenti e nel contempo inizi a promuovere i luoghi di interesse turistico e storico della nostra zona.
    Con gli anni i tre comuni hanno dato il via a innumerevoli attività, sportive, turistiche e ad eventi quali sagre e festeggiamenti paesani, ora si dovrebbe iniziare a promuoverle e valorizzarle al di fuori della nostra valle.
    Se ci uniamo in un ente unico possiamo far soppravivere e sviluppare tutto questo, altrimenti verremo inghiottiti da burocrazia e normative.

    RispondiElimina
  4. Montanaro, cal scusi, ma la sal stât primedi cumò?

    RispondiElimina
  5. Alesso & Dintorni17 settembre 2011 22:33

    Signor Anonimo, Lei probabilmente è lo stesso che giorni addietro dava di "fûr di cassele" ad alcuni interventi e che prima ancora se la prendeva col Blogger per motivi similari... Non Le sembra presuntuoso continuare a chiedere agli altri patenti di impegno quando da Lei arrivano solo frecciatine velenose? Montanaro (la cui identità è ignota al Blogger) argomenta le sue posizioni; sarebbe opportuno che anche Lei facesse altrettanto (facendosi riconoscere almeno con uno pseudonimo), senza limitarsi a punzecchiare gli altri.

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa attraverso il commento agli articoli è unicamente quella del suo autore, che conseguentemente si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione sul Blog "Alesso e Dintorni" del testo inviato.
OGNI COMMENTO, ANCHE NELLA CATEGORIA ANONIMO;, DEVE ESSERE FIRMATO IN CALCE, ALTRIMENTI NON SARà PUBBLICATO.
Grazie.