"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

domenica 29 gennaio 2012

Blitz dell'Assessore Violino dilàdalaghe - III

Il Consigliere regionale Enore Picco ha inviato al Blog un commento relativo alla nota del sindaco di Trasaghis sulla visita "diladalaghe" dell'Assessore Violino. Trattandosi di un intervento articolato, che offre motivi di chiarimento sull'argomento in discussione, esso viene pubblicato in "prima pagina". (A&D)

Mi meraviglia la nota polemica del sindaco di Trasaghis sulla visita effettuata dall'assessore Violino sul suo territorio lo scorso mercoledi. Ho accompagnato l'assessore che ha presenziato in mattinata all'inaugurazione di una attivita' vivaistica riscadata a legna, nel comune di San Daniele. Quindi, su mio invito, ci siamo recati ad Osoppo, presso un noto vivaio del luogo, anch'esso riscaldato con l'uso di legna.
Successivamente abbiamo proseguito verso Trasaghis dove, in un bar del centro abbiamo sorseggiato un ottimo caffe' in compagnia di diversi amici di Trasaghis presenti.
Li' gli amici Giraldo e Luigi De Colle assieme a Gianmichelino Cecchini hanno invitato l'assessore a visitare parte della mostra sulla vecchia Trasaghis, allestita proprio la' dove sorgeva il vecchio nucleo del paese
Quindi, visto che l'assessore Violino gia' da 4 anni promuove i lavori di manutenzione del territorio oltre che nei comuni dell'intero Friuli V.G. , anche e soprattutto nei Comuni della Val del Lago, ho ritenuto di fargli fare una breve visita, visto il pochissimo tempo a disposizione, per vedere di persona i cantieri di lavoro e constatarne lo stato dei lavori. Il rapido giro e' proseguito poi verso Alesso, il Lago, Somplago- in comune di Cavazzo - Bordano ed infine sulla strada per il Monte Festa. Ribadisco che la visita e' avvenuta su mio invito, forse il sindaco Augusto Picco dovrebbe provare ad invitarlo direttamente, sicuramente otterrebbe una risposta positiva cosi' da poterlo accogliere dignitosamente e nel migliore dei modi......l'occasione potrebbe essergli utile per spiegargli le motivazioni del parere favorevole al progetto Edipower o il diniego a concedere lo svolgimento del referendum richiesto dalla maggior parte dei cittadini di Trasaghis sottoscrittori della petizione...
Infine non ero a conoscenza del fatto che il passaggio di una persona liberamente in visita, sia esso rappresentante istituzionale della regione o meno, debba essere necessariamente reso noto al primo cittadino di quel territorio. Non sara' che dopo aver svenduto il lago abbia istituito anche l'esibizione del passaporto che autorizzi il transito? 
Caro Augusto fammi sapere al piu' presto quale documentazione dovro' esibire d'ora in poi visto che, tutti i giorni, debbo attraversare il tuo territorio per raggiungere o partire da casa mia
Enore Picco -  Tarnep 

17 commenti:

  1. Sono perfettamente d'accordo con Enore. Come al solito c'è chi fa e chi si piange addosso...
    Enore, stavolta, nel rispondere è stato perfino troppo cortese fornendo ad Augusto delle spiegazioni non dovute.
    Spiace comunque che il sindaco del Comune più popoloso della Val del Lago si perda in queste bazzecole, non avvedendosi della situazione attuale. Invece di guardare la luna si limita a guardare il dito che la indica...
    E provare ad invitarlo, Violino, invece di aspettare che lo accompagnino gli altri?

    RispondiElimina
  2. Senza entrare nei contenuti del commento precedente, si fa notare che esso è stato pubblicato, in quanto la posizione veniva espressa pacatamente, anche se espresso in maniera anonima, il che è comunque contrario alle regole indicate per l'accesso ai commenti. C'era già un lettore che, tanti mesi addietro, citava convinto il proverbio del dito e della luna. E' lo stesso? E' un altro? Si firmi con uno pseudonimo.

    RispondiElimina
  3. Ah… è così? Ripensandoci bene è da alcuni anni che vedevo impegnati diversi operai in vari lavori nei nostri comuni della vallata. Lavori fatti bene a regola d’arte a Cavazzo, Somplago, Trasaghis, Alesso, Avasinis, Braulins, Bordano, Interneppo ed anche sul lago. Interventi di disboscamento, pulizia e recupero della senti eristica, sistemazione degli alvei dei rii o strade di montagna e molto altro. Pensavo fosse opera della Comunità Montana insieme ai Comuni. Invece ora veniamo a sapere che sono cantieri composti da operai dipendenti della Regione FVG. Maledetta ignoranza!! Se veramente le cose stanno cosi bisogna senz’altro esserne grati all’Asses. Regionale Violino (che manco conosco) e a Enore Picco. Basta poco, un semplice grazie per la loro disponibilità e per l’interessamento. Speriamo solo che tutto questo prosegua anche in futuro. Bepo

    RispondiElimina
  4. Se Enore e Claudio fossero venuti privatamente a bersi un caffè a Trasaghis, la notizia non sarebbe finita sul giornale. Se il consigliere Picco e l'assessore Violino vengono a Trasaghis e parlano di progetti su Trasaghis, sarebbe normale che il Sindaco venisse informato e, auspicabilmente, ne fosse coinvolto.
    (Meni)

    RispondiElimina
  5. Sarebbe corretto innanzitutto che meni si firmasse con nome e cognome come ho fatto io per intervenire nel discorso. Se Enore e Claudio vanno a bersi un caffè in un qualsiasi comune friulano e li incontrano degli amici che gli espongono anche quello che il sindaco non vuole sentire, cosa devono fare secondo meni? Ma la domanda a cui mi fa pensare meni e': ma il sindaco Augusto sa quello che succede a Trasaghis a pochi metri dal municipio,quanto viene fatto volontariamente da molti suoi concittadini o dovrebbero essere il Consigliere regionale Picco e l'assessore Violino ad informarlo?
    Fatti e non parole!
    Enore Picco Tarnep di Bordan

    RispondiElimina
  6. Chissà perchè il consigliere chiede solo al sottoscritto di identificarsi e non lo chiede invece a chi, con sigla o anonimamente, ha espresso un parere di apprezzamento per lui?
    (Meni)

    RispondiElimina
  7. La mostra sulla "vecchia Trasaghis" è stata inserita ufficialmente nelle manifestazioni del 6 maggio (se ne è parlato anche sul Blog): difficile dire quindi che l'Amministrazione comunale non ne fosse informata. E i bravi curatori della mostra, se non andiamo errati, hanno anche ricevuto un contributo dal Comune per l'allestimento. Il tutto per la correttezza dell'informazione.

    RispondiElimina
  8. Meni insiste a rimanere anonimo e il gestore del blog oltre che fare il difensore d'ufficio del sindaco e quindi a confermare che nulla di nuovo e di non a conoscenza dello stesso sindaco e' stato fatto vedere a chi e' transitato per Trasaghis, sta alimentando una polemica inutile su un fatto inesistente. Violino e Picco hanno bevuto un caffè a Trasaghis, hanno visionato dei lavori effettuati dalla Regione ed hanno visitato con amici di Trasaghis una bella mostrà. Tutto qua, non si capisce perciò la meraviglia di meni, pardon del sindaco. Ancora x il gestore del blog: se
    obbligasse chi interviene a mettere nome e cognome si eviterebbero anonimi contro ed a favore!
    Come volevasi dimostrare: poche idee e ben confuse.
    Enore Picco

    RispondiElimina
  9. Il Blogger ringrazia Enore Picco per l'intervento chiarificatore e per i contributi successivi alla discussione, e nel contempo rifiuta patenti di "difensore d'ufficio". Se il sindaco vorrà intervenire nel dibattito sarà, come tutti, ospitato su queste pagine web. Il Blog "Alesso e Dintorni" è infatti una "palestra di confronto su questioni valdelaghine" dove chiunque può intervenire, cun creance e sintiment, anche celandosi dietro uno pseudonimo: sta nell'onestà di chi interviene offrire contributi utili e non fuorvianti.
    Sulla discussione in atto è stato raggiunto un livello condiviso? Probabilmente, come spesso accade, uno stesso fatto assume sfaccettature diverse a seconda da dove venga guardato. L'importante è confrontarsi.
    E cun chest, buine gnot.

    RispondiElimina
  10. Niente è più misero eppur più superbo dell'uomo.

    Plinio il Vecchio

    RispondiElimina
  11. Però, io questi funzionari politici me li ero immaginati sempre occupati e super inpegnati da non avere il tempo neanche per respirare, e ora scopro che hanno pure il tempo di girovagare per i bar durante l'orario di lavoro. Ma pensa te, mi ero fatto un'idea sbagliata.
    Da S.Daniele ad Osoppo, e poi chissa come mai venire fino a trasaghis per bere un cafè, quindi il tempo per una mostra che guardacaso era li disponibile, poi gia che ci siamo un giretto al lago, e poi su fin sulla strada del monte Festa, tanto, abbiamo del tempo da perdere, e poi da S.Daniele, eravamo a due passi....
    Ma chi volete prendere in giro....
    pure volete far credere che non era organizzato ma è capitato cosi per caso, mi ven di ridi.....

    RispondiElimina
  12. Meni, non lamentarti, non ti ha nemmeno fatto cancellare il messaggio!

    Montanaro, se rileggi l'articolo, noterai che i due hanno saltato il pranzo (sai, con la crisi 700 euro al mese di rimborsi per il vitto sono pochini), dovresti apprezzare una simile dedizione. C'è anche da augurarsi avessero a disposizione un'auto blu, con l'aumento della benzina si fatica a coprire le spese con miseri 2000 euro al mese per la macchina.
    Suppongo siano sull'orlo della bancarotta: apprezziamoli e ringraziamoli, cribbio (cit.)!

    Vado a lavorare: la moka borbotta!
    Non mi resta che aggiungere: senza polemiche. Giusto?

    Mandi.
    OG Loc

    RispondiElimina
  13. A Peonas si disares cjariesatas cjariesatas..........

    RispondiElimina
  14. Sandokan di Deles5 febbraio 2012 15:53

    Sior Meni, doge di Deles, non sarà mica vero che il montanaro sardo andrà in politika? Forse lo storico amico della valle potrà consigliare montanaro: meglio che si candidi per il Friuli o per la Sardegna?
    Buona fortuna!
    Sandokan di Deles

    RispondiElimina
  15. Benvenuto a Sandokan a Scobidoo (se son nuovi). Sandokan, evidentemente, conosce cose che noi umani ignoriamo. Se sono di interesse pubblico, le espliciti. Se sono "petegulèès" li lasci pure fuori dalle discussioni.

    RispondiElimina
  16. A pensar male...chissà se con il didietro di Montanaro ben comodo su una preziosa poltrona triestina risolveremmo anche il problema delle luminarie natalizie.
    Mandi.

    RispondiElimina
  17. Sandokan, tu seis fur da cunvieria ha ha ha torne prove tu varaas plui fortune...

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa attraverso il commento agli articoli è unicamente quella del suo autore, che conseguentemente si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione sul Blog "Alesso e Dintorni" del testo inviato.
OGNI COMMENTO, ANCHE NELLA CATEGORIA ANONIMO;, DEVE ESSERE FIRMATO IN CALCE, ALTRIMENTI NON SARà PUBBLICATO.
Grazie.