"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

venerdì 6 maggio 2016

6 maggio, il giorno del ricordo

A quarant'anni dal 6 maggio 1976, la giornata sarà densa di appuntamenti anche nel Comune di Trasaghis.
Alle ore 10.30, presso il Cimitero di Trasaghis davanti al cippo che ricorda le vittime del terremoto, verrà celebrata la S. Messa concelebrata dal Cardinale Gualtiero Bassetti Arcivescovo di Perugia e Città della Pieve, da Monsignor Antonio Lecce Vicario Generale della Diocesi di Sora (Frosinone), dai parroci del terremoto don Elio Nicli e don Giulio Ziraldo, e dall’attuale Parroco don Fausto Quai. Saranno anche presenti numerosi sacerdoti di varie parti d’Italia che durante l’emergenza sono intervenuti aiutando la popolazione dei paesi del Comune di Trasaghis.

                                          Risultati immagini per trasaghis + cimitero

Alle 12, nella sala consiliare, a Trasaghis, consegna di riconoscimenti a Istituzioni, Enti, Associazioni e rappresentanze impegnate nel Comune nel dopo-terremoto e durante la ricostruzione.

                                            Risultati immagini per trasaghis + municipio


Alle ore 17 presso la chiesa parrocchiale di Peonis il Cardinale Bassetti incontrerà la popolazione; questo rapporto tra Peonis e Perugia è un legame che si protrae da ormai quarant’anni e che ogni anno viene rinsaldato con affetto da entrambe le Comunità.
                                                Risultati immagini per cardinale gualtiero bassetti
                                                  
Alle 20.15 ad Alesso si terrà in chiesa una funzione per ricordare le vittime del terremoto. Alle 21.06 i tradizionali 24 rintocchi seguiti da una fiaccolata verso la piazza dove, dalle 21.30, vi sarà, in una serata proposta dal Pro Loco di Alesso, l'esibizione del Gruppo Corale di Alesso e la proiezione di una serie di immagini (proposte dal Centro di Documentazione) a testimoniare il percorso compiuto da Alesso dalle scosse alla ricostruzione.
                                                             


















Sempre venerdì, a Trasaghis, alle 21, sul sito della vecchia chiesa, liturgia funebre a ricordo delle vittime di Trasaghis  e proiezione di due video inediti sul prima ed il dopo-terremoto, girati l'uno da Celeste Costantini e l'altro da Dario Venturini. Sui luoghi dov'erano le case del vecchio paese  verrà anche proposta la  mostra fotografica "Lì ch'al era Trasâgas". 



E' sempre possibile visitare anche le mostre fotografiche di Avasinis, Braulins e Peonis.
Tutte le manifestazioni sono promosse o patrocinate dal Comune di Trasaghis.

5 commenti:

  1. Buongiorno,
    Vi informo che la presentazione della mostra fotografica "Gocce di Memoria. Oncedis 1976-2016" si terrà sabato 7 maggio alle ore 13.30 ad Oncedis.
    Fabiana

    RispondiElimina
  2. Buonasera molto bello e significante l impegno messo da tutti per ricordare questo tragico momento ma non voglio ne polemizzare ne offendere nessuno ma i tradizionali 24 rintocchi ad spesso non ci sono mai stati tutti in paese lo dicono anche perché di vittime ce ne sono state due se non vado errato comunque era solo una mia opinione relativa ad cosa ne pensa la gente sia da bar che di piazza o di quel che si voglia pensare grazie e buona sera

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono diversi anni ormai che i 24 rintocchi vengono proposti per ricordare le vittime DELL'INTERO COMUNE DI TRASAGHIS. Nessuno ha mai parlato di 24 vittime di Alesso. Un tanto per opportuna conoscenza. Mandi

      Elimina
  3. Alessandro S.7 maggio 2016 10:54

    Avete guardato il cielo stasera? Pareva che tutte le stelle fossero con noi e partecipassero al ricordo di un evento che ha fratturato la terra, le case e ancor più la vita di un popolo, ma che allo stesso tempo lo ha unito nella solidarietà e nella volontà di ricostruire e riprendere la vita insieme.
    Ho partecipato alla celebrazione insieme a mio nonno, Pierin, colui che fieramente rappresenta le mie radici in questo posto e ho sentito l'orgoglio di appartenervi, anche se la mia vita è altrove.
    Se Alesso non dimentica e ringrazia, io sento il dovere di ringraziare Alesso e la sua gente.

    RispondiElimina
  4. Mi sono espresso male volevo solo so che nessuno ha parlato di 24 vittime ho impostato male io la lettera cmq resto del discorso che la gente dice che non ci sono mai stati non metto in discussione che anni che lo fanno cmq Alessandro se sei stato offeso o arrabiato ti chiedo scusa non era mia intenzione cime potrai leggere mandi e grazie

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa attraverso il commento agli articoli è unicamente quella del suo autore, che conseguentemente si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione sul Blog "Alesso e Dintorni" del testo inviato.
OGNI COMMENTO, ANCHE NELLA CATEGORIA ANONIMO;, DEVE ESSERE FIRMATO IN CALCE, ALTRIMENTI NON SARà PUBBLICATO.
Grazie.