"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

"Alesso e dintorni", dal puint di Braulins al puint di Avons

martedì 14 agosto 2012

Tornano i fuochi sul Lago, nel tradizionale appuntamento della "vea" di Ferragosto

Dalle 21.30 di stasera, appuntamento sul Lago per lo spettacolo di fuochi d'artificio, proposto dal Comune di Trasaghis con la collaborazione del Comune di Bordano. Si tratta di un appuntamento, quello della vigilia di Ferragosto (la "vea", appunto) che ormai è diventato una tradizione dell'estate friulana.
Nel riproporre la bella fotografia inviataci da Cristian Castella  nell'edizione dell'anno scorso, rinnoviamo l'invito  a quanti immortaleranno  lo spettacolo dei fuochi riflessi sul Lago  a condividerle con i lettori del Blog.




10 commenti:

  1. don chisciotte14 agosto 2012 19:35

    E quant che il laac sarà une poçia di fango cemut butarano via i bêc chei di trasagas e bordan?

    RispondiElimina
  2. Sumo Don Chiscitte!... 45 mil euros ce esal... spending review!!!
    Checo Burocjo

    RispondiElimina
  3. 45.000 euro? Mi auguro ci sia uno zero di troppo.
    Mandi.

    RispondiElimina
  4. 3.000€ x 15anni = € 45.000
    Checo Burogjo

    RispondiElimina
  5. don chisciotte19 agosto 2012 07:39

    Ma i 15 anni stanno x 5 x 3? d'altronde la pensione è lontana, lavoro non ce né ....meglio farsi rieleggere

    RispondiElimina
  6. Checo e Don Chisciotte, ma ce conts fasèiso? Il problema, come si è già discusso sul Blog anche l'anno scorso, non è tanto (o almeno non solo) quanto costino i fuochi, ma quanto essi "inneschino" in termini di promozione e di "ritorno". Quindi, si riesce o no a fare un piano coordinato che veda coinvolti - e protagonisti! - in primis gli operatori economici locali, e non solo gli Enti pubblici?

    P.S. OG Loc, bentornato!

    RispondiElimina
  7. don chisciotte19 agosto 2012 18:22

    Doi tais , dos cocas , 4 cafes , machinas dapartut , tantas cjcas sportas e imondizia ator par dut. chesta la cuintrapartida pai esercens e pal teritori dopo 15 minus di fucs costas 3000 euros. Valia la pena pai ustirs?

    RispondiElimina
  8. Bene Checo, allora il prossimo anno non ti chiederò da dove saltano fuori i 48.000!

    A&D, io son sempre qui...come i fuochi! :-)
    Un "piano coordinato" sarebbe certamente auspicabile anche se non vedo, Nautilago a parte, come possano essere direttamente coinvolti gli altri operatori, almeno in manifestazioni di questo tipo. Stesso discorso per il triathlon, logistica a parte, mi pare si trattasse di personale specializzato, per le emergenze e per i ponti radio. Non vedo come possano venire coinvolti i "locali", salvo qualcuno con la paletta ad indicare il percorso. Se ci sono idee, ben vengano. Mandi.

    OG Loc

    RispondiElimina
  9. Un "piano coordinato" dovrebbe prevedere, prima di tutto, la compartecipazione. Per esempio, se l'Ente pubblico intendesse continuare a proporre i fuochi (e cui clars di lune che a son, nol è sigùr) potrebbe garantire, che so, il 60 % della spesa, mentre la quota rimanente dovrebbe essere assicurata da quanti, a vario titolo, traggono un beneficio dall'afflusso considerevole della sera preferragostana: baristi, albergatori, gestori di discoteche, operatori turistici perilacustri etc. E il tutto non servirebbe solo a "sparagnare" 1200 euro di soldi pubblici, ma avrebbe una importante valenza simbolica (forse, in passato, per qualche edizione, il discorso era stato abbozzato).

    RispondiElimina
  10. Allora bisognerebbe chiedere qualcosa anche a quelli che atterreranno con il parapendio, ai locali vicini alla Sala Consiliare ed al Centro Servizi, per quando organizzano qualche conferenza, ai bar in piazza quando arrivano gli "amici austriaci" con la banda! Non sono d'accordo, dovrebbero essere gli enti pubblici ad aiutare i privati in questi momenti difficili, non viceversa, altrimenti cosa ci stanno a fare? E le politiche di "sviluppo turistico" in cosa consisterebbero, nell'inventare altre forme di tassazione?
    Non dico che i privati non debbano metter mano al portafogli, ma farlo, eventualmente, per ampliare, con altre iniziative, quello che già c'è. Per farla breve: non risparmiare 1200 euro, ma aggiungerli e, cosa più importante, mettendo sul tavolo le proprie idee.

    Mandi.
    OG Loc

    RispondiElimina

Ogni opinione espressa attraverso il commento agli articoli è unicamente quella del suo autore, che conseguentemente si assume ogni responsabilità civile, penale e amministrativa derivante dalla pubblicazione sul Blog "Alesso e Dintorni" del testo inviato.
OGNI COMMENTO, ANCHE NELLA CATEGORIA ANONIMO;, DEVE ESSERE FIRMATO IN CALCE, ALTRIMENTI NON SARà PUBBLICATO.
Grazie.